Viaggi sostenibili: tips utili per partire informati

Vi state chiedendo quali caratteristiche devono avere i viaggi sostenibili? Sempre più spesso si sente parlare di viaggi sostenibili ed esperienziali, ma c’è ancora molta confusione e diffidenza verso questo nuovo modo di andare in vacanza. La maggior parte delle persone pensa che viaggiare sostenibile significhi fare una vacanza low cost, con pochi comfort e all’avventura. In realtà viaggiare così è alla portata di tutti i tipi di viaggiatori. 

Che cosa significa viaggiare sostenibile?

Il concetto di sostenibilità si pensa sia legato alla sola diminuzione dell’utilizzo della plastica, attraverso l’ utilizzo di prodotti provenienti da filiera sostenibile.

Ma cos’è la filiera sostenibile e come riconoscerla? Ogni settore industriale ha una parte di mass market e una più etica, pensiamo alla moda, che ha le grandi marche commerciali.

L’alimentare con i suoi supermercati sempre più grandi e zeppi di colossi. Il turismo con i suoi tour operator che propongono ancora villaggi, resort e crociere tutto compreso.

Questi sono i più conosciuti, quelli che hanno fatto la rivoluzione in termini di accessibilità del prodotto a tutte le fasce di mercato. Sono i primi e quelli che una buona fetta di consumatori predilige. Il motivo è da ricercare nell’abitudine, nel senso di sicurezza trasmesso da un prodotto presente sul mercato da anni e di facile reperibilità.

Che tipo di viaggio è considerato come turismo sostenibile?

La sostenibilità è una materia molto complessa che non si limita alla diminuzione della plastica, ma che si estende anche a un concetto di rispetto dell’economia, della cultura e delle persone locali. Il villaggio tutto compreso non è necessariamente uno stile di viaggio poco sostenibile.

turismo sostenibile: quali sono le caratteristiche

Il problema è che spesso la popolazione locale è impiegata solo per i lavori minori e per lo più sottopagati, la cucina che si serve è per lo più internazionale.

Questo presuppone che le materie prime locali e tutta l’economia che ruota attorno a loro non sia valorizzata. La biodiversità spesso viene poco rispettata e non considerata durante la costruzione di queste strutture. 

Come riconoscere le strutture ricettive sostenibili?

Riconoscere la sostenibilità dell’intera filiera produttiva di un’industria è pressoché impossibile, ci si deve fidare di quello che viene scritto dal produttore.

Lo stesso accade nel turismo, scegliere di fare un viaggio sostenibile in autonomia non è impossibile, ma è complesso e si rischia di sbagliare anche se in buona fede.

viaggi sostenibili: come riconoscere gli alloggi

Negli ultimi tempi è diventato ancora più complesso evitare l’inganno, dato che la sostenibilità ormai viene utilizzata come strumento di marketing per attirare il consumatore.

Come evitare le truffe? Esiste un metodo efficace per trovare viaggi sostenibili?

Non esiste una regola per capire ed evitare le truffe, ma diffidare dei brand che prima erano di massa e poi si definiscono da un giorno all’altro sostenibili, utilizzando grafiche con elementi verdi e naturali, potrebbe essere una buona strategia.

Per quanto riguarda il turismo il principio è molto simile, ma la cosa bella qui è che basterà cercare un operatore con un’etica professionale volta alla sostenibilità.

L’importante è trovare una persona di cui potersi fidare e la filiera in questo caso sarà di più facile identificazione.

Viaggiare sostenibile non significa dimenticarsi delle comodità, ma semplicemente scegliere strutture ed esperienze vantaggiose per tutti gli attori coinvolti nel viaggio.

Come viaggiare in modo sostenibile? Gli aspetti da non trascurare

Se volete organizzare viaggi sostenibili in autonomia, ci sono alcuni punti saldi da tenere in considerazione.

Per prima cosa cercate di definire la durata, se si ha una sola settimana è inutile cambiare alloggio ogni notte, è meglio mantenerne uno o massimo due e poi muoversi nei dintorni.

viaggiare sostenibili: meglio il treno per spostarsi

Evitate tutti gli spostamenti interni con mezzi come l’aereo o l’autobus, ma preferite il treno.

Il viaggio sarà più lento ma avrete la possibilità di vedere paesaggi meravigliosi. Un altro suggerimento che posso darvi è quello di fare un’escursione con una guida ambientale a inizio viaggio.

Questo vi permetterà di conoscere meglio il territorio per poi scoprirlo ancora di più nei giorni seguenti.

Quali sono le app per trovare viaggi sostenibili?

In Italia esiste una piattaforma online per la ricerca di alloggi sostenibili Ecobnb, oppure anche Glamping experience per cercare alloggi insoliti e di lusso immersi nella natura. Per l’estero dovrete dedicare un pochino di tempo alla ricerca e contattare i Destination Management Company. Sono operatori che operano solo sullo Stato di vostro interesse e nella loro organizzazione troverete persone specializzate sulle varie regioni – potrete trovare quello che fa al caso vostro.

Se questo articolo vi è stato utile e volete provare a viaggiare sostenibile, continuate a seguire la rubrica anche nei prossimi mesi!

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rebecca Depietri

Sono Becky, sempre pronta a partire nei weekend! Sono alla ricerca costante dell'insolito durante il viaggio e amo perdermi! Sono una sostenitrice del concetto che, la mappa, non sia sempre un "salvavita"! Sono una inguaribile romantica e sognatrice e cerco di vedere le sfumature in ogni cosa!

Iscriviti alla mia newsletter

Collaboro con

Civitas

Trova la tua escursione in italiano nel mondo

Freedome

Prova le più belle attività outdoor in Italia

Faccio parte di

Badge migliori blogger Travel365

Sono presente su

Follow