Un trekking all’isola d’Elba, direzione monte Capanne

Il racconto di questo trekking all’isola d’Elba fa parte del Progetto Elba, un progetto nato per valorizzare le bellezze di questa bellissima isola con il coinvolgimento diretto di persone che la amano come se fosse la loro seconda casa.

Qualche giorno fa ho sentito Sara, donna di carattere che mi ha subito colpito per la sua forza di volontà e l’ amore per la vita. Lei è una di quelle persone che incarnano perfettamente il mio concetto di ” volere è potere” : Sara non si arrende mai e ha imparato il vero significato della parola sfida.

trekking isola d'Elba: Sara e suo marito
Sara e suo marito

La sua sfida è provare a superare i suoi limiti ogni volta, un piccolo passo in avanti che le permetterà di arrivare all’obiettivo. Da donna non sportiva è diventata una vera e propria camminatrice!

trekking isola d'Elba: gruppo

Il suo contributo lo devo alla sua passione per l’Isola d’Elba: dal 2010 viene in questa meravigliosa isola ogni estate e passa il periodo di ferie a Marina di Campo. Da un paio d’anni ha deciso di scoprire l’isola camminando per sentieri.

Questo è il motivo per cui mi ha raccontato del suo trekking al monte Capanne: viaggiatori, siete pronti?

Un trekking all’isola d’Elba: verso il Monte Capanne

La partenza per questo trekking non può che essere Marina di Campo, direzione Poggio dove Sara lascerà la sua macchina per iniziare l’escursione che la porterà al monte Capanne.

Qui vi lascio alcune foto di Marciana Marina invece, ci sono passati al ritorno!

Dal parcheggio Sara imbocca uno dei sentieri fino ad arrivare a San Cerbone: è la prima fermata del suo trekking verso il monte Capanne.

Il romitorio di San Cerbone

Il romitorio di San Cerbone altro non è che una chiesa a una sola navata priva di affreschi. È quasi sempre chiusa quindi potrete ammirare l’interno da una finestrella.

Questa chiesa si trova immersa nel verde, in un bellissimo castagneto che sembra quasi abbracciarla. La storia ci dice che le origini di questo edificio risalgono al 1421, anno di costruzione del convento.

Un convento particolarmente sfortunato perché, a causa della difficoltà per raggiungerlo, venne abbandonato dai frati! Il convento iniziò a risentire della mancanza di attenzione della curia vescovile e finì in uno stato di degrado fino all’intervento del nobile danese Viggo Dimitri De Wichfeld che decise di restaurarlo.

Se volete rilassarvi, ci sono dei tavoli di legno nelle vicinanze per fare una breve sosta o un pic-nic!

L’arrivo alla vetta del monte Capanne, il trekking all’isola d’Elba di Sara

Dalla chiesa di San Cerbone si continua la salita con un sentiero tracciato e si arriva alla vetta. Qui vi accoglierà un piccolo bar che però apre alle 10 del mattino.

Sara ha trovato il bar chiuso, per fortuna aveva con se bevande e cibo a sufficienza! Mi dice che anche l’orario di apertura della cabinovia è il medesimo e che secondo lei non ha un gran senso aprire così tardi. Evidentemente hanno fatto i conti con i costi di gestione dell’impianto e il reale utilizzo, penso io.

Una volta arrivati la vista che troverete davanti a voi sarà meravigliosa perchè vedrete l’isola dall’alto.

Sara mi racconta, inoltre, che lungo il percorso ci sono casette piccolissime in pietra e lei e suo marito hanno pensato potessero essere un riparo per i pastori in caso di maltempo.

L’unica nota stonata di questo belvedere sull’isola, sono le antenne dei ripetitori in contrasto con la bellezza del panorama e un bar troppo piccolo per accogliere tutti ( Sara mi spiega che il bar, per la usa collocazione, non potrebbe essere più grande perché non ci sarebbe materialmente spazio).

Informazioni importanti

In alcuni punti il percorso può risultare difficoltoso in quanto, dopo la prima parte di bosco, c’è una parte di sentiero ricoperta da sassi che lo rendono più scivoloso. Bastano le giuste scarpe da trekking e l’ostacolo viene facilmente superato! È un percorso adatto a tutti!

Lungo questo trekking all’isola d’Elba non ci sono fontane quindi è fondamentale portare con sè il quantitativo sufficiente d’ acqua per l’escursione. Se posso darvi un consiglio, parlo per esperienza personale, vanno benissimo le sacche d’acqua della Forclaz ( capienza 2L), vendute dalla Decathlon.

Gruppo escursionisti

Se siete interessati a percorsi di trekking all’isola d’Elba, potete iscrivervi al loro gruppo su Facebook, andar per sentieri. Propongono appuntamenti di gruppo per il trekking. Un’ottima soluzione per chi è solo ma non vuol rinunciare alla compagnia!

Elbaman

Sara me la descrive come una manifestazione da brividi che parte all’alba: l’ha fatta suo marito nel 2015! E’ un triathlon in cui l’uomo sfida la sua resistenza fisica: si può scegliere il percorso completo oppure farne la metà.

Il marito di Sara ha fatto il percorso a metà, Elbaman73 : 1,9 km di nuoto con partenza al bagno Capriccio a Marina di Campo poi 94 km di bici e 21 a piedi.

Questo è uno dei trekking che potete fare all’isola d’Elba: ringrazio Sara per aver condiviso con me la sua esperienza e le mando un abbraccio virtuale! Se volete altre informazioni su cosa fare all’Isola d’Elba vi lascio l’articolo perfetto per voi!

Se vi è piaciuto l’articolo, potete salvarlo su Pinterest!

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rebecca Depietri

Sono Becky, sempre pronta a partire nei weekend! Sono alla ricerca costante dell'insolito durante il viaggio e amo perdermi! Sono una sostenitrice del concetto che, la mappa, non sia sempre un "salvavita"! Sono una inguaribile romantica e sognatrice e cerco di vedere le sfumature in ogni cosa!

Iscriviti alla mia newsletter

Collaboro con

Civitas

Trova la tua escursione in italiano nel mondo

Freedome

Prova le più belle attività outdoor in Italia

Faccio parte di

Badge migliori blogger Travel365

Sono presente su

Follow