Le quattro cose imperdibili da fare all’isola d’Elba

In questo articolo troverete suggerimenti su come rendere la vostra vacanza ancora più bella. Ringrazio Elisa per avermi raccontato le quattro cose da fare all’Isola d’Elba per dare una nota insolita al vostro viaggio!

Voi siete dei veri viaggiatori e sono certa che siate alla ricerca, come lo sono io, di esperienze da vivere: del resto sono le emozioni a creare in noi un ricordo che dura nel tempo.

La prima delle cose da fare all’Isola d’Elba: la costa che brilla

È un tratto di costa situato tra Cavo e Rio Marina e deve il suo nome alla composizione mineraria del terreno, ricco di pirite ed ematite. Qui erano presenti delle cave a cielo aperto e ancora oggi le potete vedere.

cose da fare all'isola d'elba
la costa che brilla

Grazie ai riflessi del sole la sabbia inizia a brillare e sembra di trovarsi davanti a una enorme distesa di glitter. Già questa “magia” vi dovrebbe far capire quanto sia imperdibile questo tratto di costa! Le spiagge sono nere o rosse e creano una suggesione unica, in virtù del contrasto con il verde della ricca vegetazione circostante e il blu del mare.

sentiero per la spiaggia la Vigneria, cose da fare all'isola d'Elba
sentiero per la spiaggia la Vigneria
spiaggia la Vigneria
cose da fare all'isola d'Elba, spiaggia la Vigneria

La spiaggia di Cala Seregola

È una ampia spiaggia che fa parte del paese di Rio Marina dove si possono trovare resti ben visibili delle miniere. quali un pontile e alcune strutture abbandonate. C’è un parcheggio molto grande dietro la spiaggia, che la rende accessibile a tutti.

Pensate che questa spiaggia, nel passato, ha rappresentato un punto di imbarco del ferro e si ha ancora l’impressione di essere all’interno di una miniera, visti i tanti cartelli presenti e i resti abbandonati.

Le spiagge di Topinetti e Le Fornacelle

Topinetti è una di quelle spiagge imperdibili per Elisa: è una spiaggia selvaggia in direzione Cavo che regala un contrasto cromatico tra il colore ferroso della sabbia e il bianco dei sassi.

Questa spiaggia è un vero tripudio di colori quali il giallo e il rosso delle rocce circostanti che si vanno a unire al verde della macchia mediterranea, creando un contrasto molto particolare e suggestivo.

A differenza della precedente non c’è parcheggio e l’auto la si può lasciare solo lungo la strada sterrata.

La spiaggia di Fornacelle, invece, si trova a Cavo ed è chiamata Cala del Telegrafo: ci sono resti di alcuni forni utilizzati per lavorare il ferro.

cose da fare all'isola d'Elba: spiaggia di Fornacelle

Il fondale è basso e questo rende la spiaggia accessibile ad adulti e bambini, una esperienza consigliata qui è sicuramente lo snorkeling.

Cose da fare all’isola d’Elba: la spiaggia di Terranera a Porto Azzurro

In questa spiaggia il passato minerario è ben percebile: il suo nome deriva dal laghetto omonimo di color smeraldo, formatosi grazie all’acqua sulfurea e marina che ha riempito il bacino in origine dedicato all’estrazione dei minerali.

Il colore smeraldo del lago può sicuramente invitarvi a fare il bagno ma vi ricordo che è severamente vietato. Un consiglio da Elisa: camminate con scarpette da scoglio e fate snorkeling (esperienza molto particolare che vi permette di imbattervi in vecchi ingranaggi tipo ruote, carrelli e persino binari.)

Le miniere di Capoliveri

A Capoliveri si trova uno dei maggiori giacimenti di ferro di tutta Europa: si arriva alle miniere percorrendo la strada che costeggia la Costa dei Gabbiani, per la maggior parte asfaltata, salvo l’ultimo tratto sterrato.

cose da fare all'Isola d'Elba: andare a vedere le miniere e questa è la strada per arrivarci

Una delle cose da fare all’isola d’Elba è sicuramente vedere il Museo dedicato all’attività mineraria: potrete prenotare una visita guidata all’interno delle miniere ma portatevi un golfino!

Dopo il museo vi aspettano sentieri da percorrere per ammirare un paesaggio davvero suggestivo, circondati da macchinari ( un escavatore che sembra in attesa di finire il suo lavoro) , vecchie baracche e strumentazioni dell’epoca (come la pesa).

Vedere i tramonti, una delle cose da fare all’isola d’Elba

Quante volte vi siete chiesti dove poter ammirare un bel tramonto durante la vostra vacanza all’Isola d’Elba?

La scelta è veramente varia ma uno dei tramonti preferiti di Elisa è quello di cui si può godere lungo la strada del Volterraio, sopra Rio nell’Elba. Lo scorcio sul golfo di Portoferraio e la vista della Corsica regalano momenti di grande emozione.

Per i più temerari c’è un sentiero ripido e segnalato per la Fortezza del Volterraio, visitabile all’interno solo in alcune date e qui la vista è ancora più bella.

La Fortezza del Volterraio

Si trova a quasi 400 metri di altezza e ha una forma ovale ma irregolare, probabilmente dovuta al dislivello del terreno su cui è stato edificato.

Dopo essere entrati all’interno della fortezza tramite il ponte levatoio, troverete prima il pozzo della cisterna poi una piazzetta, un tempo utilizzata per raccogliere l’artiglieria e oggi divenuta un bellissimo punto panoramico.

Nelle vicinanze del Forte c’è una chiesa di origini si pensa medievali dedicata a San Leonardo: sia il Forte che la Chiesa necessitano di un restauro visto che, alcune delle strutture, sono crollate.

Il tramonto in spiaggia

Un suggerimento di Elisa è sicuramente quello di ammirare il tramonto dalle spiagge di Bagnaia o dell’Ottonella dove il sole scompare dietro Portoferraio, magari in compagnia di una birra e del proprio compagno di viaggio. Potrebbe fare al caso vostro? Oppure potreste percorrere la strada panoramica verso Nisporto e farvi stupire dal tramonto.

cose da fare all'Isola d'Elba: tramonto dalla spiaggia di Bagnaia
tramonto dalla strada verso Nisporto
tramonto dalla strada panoramica verso Nisporto

Se al tramonto volete abbinare anche una cena in una location suggestiva, allora il consiglio è quello di andare al Ristoro dell’Amandolo, sopra Cavo, immerso nella natura e in una posizione privilegiata.

cose da fare all'isola d'Elba, cena con vista dal ristorante Amandolo

Passeggiata Carmignani

È un percorso che unisce il centro di Porto Azzurro alla spiaggia di Barbarossa, passando attorno alla fortezza di San Giacomo. Elisa passeggia qui di sera, dopo una cena sulla spiaggia.

Elisa consiglia l’utilizzo di una torcia visto che le luci sono spesso fulminate e bisogna fare attenzione al terreno in alcuni tratti sconnesso.

È il rumore del mare che si infrange contro gli scogli a farvi compagnia e si avverte una sensazione costante di pace arricchita da una splendida vista su Porto Azzurro e sul Forte Focardo. In primavera ci sono addirittura le lucciole, provare per credere!

Dopo la lettura di questo articolo, avrete sicuramente le idee più chiare sulle cose da fare all’Isola d’Elba. Volete un’altra esperienza da fare all’Elba? Leggete il mio articolo sulla escursione al Monte Capanne.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rebecca Depietri

Sono Becky, sempre pronta a partire nei weekend! Sono alla ricerca costante dell'insolito durante il viaggio e amo perdermi! Sono una sostenitrice del concetto che, la mappa, non sia sempre un "salvavita"! Sono una inguaribile romantica e sognatrice e cerco di vedere le sfumature in ogni cosa!

Iscriviti alla mia newsletter

Collaboro con

Civitas

Trova la tua escursione in italiano nel mondo

Freedome

Prova le più belle attività outdoor in Italia

Faccio parte di

Badge migliori blogger Travel365

Sono presente su

Follow