Genova, cosa vedere nella città di De André?

Genova è stata la casa in gioventù di De André: caruggi, piazze ma soprattutto il mare sono gli elementi che caratterizzano questa città dai tanti colori e anime. Se volete sapere cosa vedere a Genova, leggete questa intervista per ricevere i consigli di Mirta.

Ciao Mirta e benvenuta nel mio spazio dedicato alle interviste di viaggio. Per prima cosa, ti va di presentarti?

Ciao a tutti, sono Mirta di Ricordinviaggio e sono già stata intervistata da Becky, in quell’occasione avevo parlato del mio viaggio nelle Langhe. Questa volta vi parlerò di Genova, la mia città. Abito in un paesino di mare appena fuori dai confini della città, ma sono molto legata a Genova, dove ho passato gli anni del liceo e dell’Università.

Oggi parliamo di cosa vedere a Genova. Vorrei iniziare chiedendoti di Piazza de Ferrari, una vera e propria icona della città.

Piazza de Ferrari è proprio uno dei simboli della città. Si trova in cima a via XX Settembre, la via dello shopping in pieno centro, ed è la porta di accesso a quell’incredibile intreccio di strade che sono i vicoli, in genovese chiamati caruggi. La caratteristica principale della piazza è la sua splendida fontana che, a seconda delle occasioni, si illumina di colori diversi. La sera diventa il punto di ritrovo per giovani e non per una passeggiata nei vicoli o verso il Porto Antico.

So che in questa Piazza è presente Palazzo Ducale. Quali informazioni ci puoi dare per la visita?

“Ci vediamo davanti al Ducale” è il classico appuntamento per quando ci si vuole incontrare in Piazza de Ferrari. Oltre ad essere un valido punto di riferimento, Palazzo Ducale è un importante centro culturale. Da Piazza de Ferrari è possibile entrare liberamente nei cortili, dove si trovano un locale e la biglietteria. Al piano superiore ci sono le stupende sale del Maggior e Minor Consiglio, spesso adibite a sale conferenze. Qui vengono allestite mostre di alto livello, come lo sono state quelle degli Impressionisti o di Steve McCurry. C’è anche la possibilità di salire sulla Torre Grimaldina, da cui godere di una splendida vista sulla città.

Camminando per le vie della città, si arriva in via Garibaldi e ai Palazzi dei Rolli. Le strade Nuove e gli edifici sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Ci vuoi raccontare la storia e dare qualche informazione in più?

Non lontano da Piazza de Ferrari, troviamo Via Garibaldi, un tempo chiamata Strada Nuova e da qui il nome del complesso di musei detti appunto “di Strada Nuova”. Passeggiando per questa via noterete gli splendidi Palazzi, che sono noti come Palazzi dei Rolli, le dimore dell’antica nobiltà. Tra i palazzi da non perdere troviamo sicuramente Palazzo Rosso e Palazzo Bianco, situati uno di fronte all’altro. In questi edifici ci sono importanti opere d’arte, sia di artisti liguri che di fama nazionale ed internazionale.

Nella via troviamo anche Palazzo Tursi, sede dell’ amministrazione Comunale e al suo interno è conservato il violino di Paganini. Se volete sapere cosa vedere a Genova, consiglio una visita anche degli altri palazzi dei Rolli, come Palazzo Spinola di Pellicceria o Palazzo Reale. In primavera e in autunno vengono organizzati due weekend, i Rolli Days, in cui è possibile entrare in alcuni palazzi che normalmente non aprono al pubblico, tutto ciò gratuitamente.

Se volessi vedere Genova vista dall’alto, dove mi consiglieresti di andare?

Una tappa che non può mancare in una visita a Genova è Spianata Castelletto. Da questo spiazzo avrete la città ai vostri piedi e potrete vedere Genova in tutto il suo splendore e le sue contraddizioni. Se da un lato vediamo i palazzi antichi, le torri e i campanili, dall’altro c’è il Porto Antico.

Vista da Spianata Castelletto

A discapito del nome, si presenta con un volto moderno e con le sue gru, che riportano a ciò che ha reso grande la città. Per arrivare, se vi trovate in Via Garibaldi e non vi fate spaventare dalle salite, potete arrivare a Piazza della Meridiana e da lì salire per Salita S. Francesco e poi Salita alla Spianata di Castelletto. Chi invece preferisce muoversi con il bus può comodamente prendere il numero 36, che passa per il centro. Una terza opzione, molto caratteristica, è quella di prendere l’ascensore liberty che collega Piazza Portello direttamente a Spianata; vi sarà sufficiente un biglietto AMT, la compagnia che gestisce gli autobus.

Hai altri suggerimenti su cosa vedere a Genova?

C’è una frase che non mi stancherò mai di ripetere: “Genova non è solo l’Acquario!”.

In troppi pensano che oltre all’Acquario non ci sia altro da vedere in città e questo mi rattrista molto. Genova è anche l’Acquario: la visita regala esperienze uniche, come la meraviglia davanti alla vasca dei delfini o la sorpresa nella vasca tattile, ma usciti da lì c’è tanto altro da vedere.

Bigo e la Biosfera

L’Acquario, infatti, si trova nella zona del Porto Antico, che si chiama così perché un tempo era qui che avvenivano le attività portuali. Oggi è un’area con tante attrazioni come la Biosfera e il Bigo, entrambe opera di Renzo Piano. C’è la Piazza delle Feste, in cui d’inverno si può pattinare sul ghiaccio e d’estate si trasforma in Suq o sede per concerti. Si possono trovare locali per tutti i gusti, partire per escursioni in battello o semplicemente passeggiare.

Genova, cosa vedere: vista sulla Lanterna dall'Isola delle chiatte

Vale la pena passare per Via al Mare Fabrizio De André fino ad arrivare all’Isola delle Chiatte, una struttura galleggiante da cui ammirare Genova dal mare e godersi ancora una volta i suoi contrasti: nello skyline troverete la Lanterna, simbolo storico della città, e il più moderno matitone (non è il nome ufficiale ma vedendolo capirete a cosa è dovuto).

Una delle cose che amo di più in viaggio è assaggiare i prodotti tipici del territorio. Quali non posso assolutamente perdermi a Genova?

Non si può andare via da Genova senza aver assaggiato la focaccia. Per una vera esperienza local va mangiata al mattino intinta nel cappuccino! Passeggiando per i vicoli lasciatevi guidare dal profumo per provare l’autentica focaccia genovese. Un altro prodotto che troverete nei forni è la farinata che, come la focaccia, va mangiata bella calda per godersi un’esperienza unica. Preparatevi a ungervi mani e faccia!

Hai qualche ristorante da consigliare per un pranzo in riva al mare o in centro storico?

Se si vuole provare la cucina tipica ligure consiglio vivamente Cavour 21: appena usciti dai vicoli in direzione Porto Antico trovate questa trattoria, si mangia in modo forse un po’ spartano, ma tanto e soprattutto bene, con gioia del portafogli. Alcuni piatti ci sono solo in determinati giorni ma i grandi classici, come le torte salate, la pasta al pesto o i pansoti con la salsa di noci non possono mai mancare. Se invece volete provare il pesce fresco a due passi dal mare, un’ottima scelta è l’Ittiturismo Boccadasse-Ge 8317, che offre anche l’opzione asporto per mangiare direttamente in spiaggia.

In ultimo ho tenuto la perla della città, il bellissimo e antico borgo di Boccadasse. Ti va di raccontarcelo?

Boccadasse è quel posto che ad ogni età e in ogni momento della giornata ti rapisce il cuore. Un classico itinerario da fare nelle belle giornate parte dalla zona della Foce (Piazzale Kennedy) e arriva, dopo 3 km, a Boccadasse.

Boccadasse, Genova in un giorno

In questo percorso troverete famigliole, coppie e gruppi di amici che camminano o pattinano, facendovi sentire un po’ come in Florida.

il borgo di Boccadasse, cosa vedere a Genova

La sera, soprattutto d’estate, la spiaggia di Boccadasse e i vicini scogli si riempiono di gente che si gode una pizza o un cocktail in questo borgo di case colorate e stradine. Avrete anche l’occasione di vedere una celebrità: per Boccadasse si aggira il gatto Seppia, che figura anche nel film Pixar “Luca”.

Non saprei dire se sono i colori, il disordine pieno di senso delle case o l’aria autentica che mantiene pur essendo in mezzo alla città, ma questo posto incanta anche chi lo frequenta da una vita.

Per leggere altre interviste di viaggio, non perdetevi la mia rubrica.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rebecca Depietri

Sono Becky, sempre pronta a partire nei weekend! Sono alla ricerca costante dell'insolito durante il viaggio e amo perdermi! Sono una sostenitrice del concetto che, la mappa, non sia sempre un "salvavita"! Sono una inguaribile romantica e sognatrice e cerco di vedere le sfumature in ogni cosa!

Iscriviti alla mia newsletter

Collaboro con

Civitas

Trova la tua escursione in italiano nel mondo

Freedome

Prova le più belle attività outdoor in Italia

Faccio parte di

Badge migliori blogger Travel365

Sono presente su

Follow