Film comici da vedere: 10 idee per una risata in famiglia

Questo è un articolo un pochino diverso dal solito ma ho deciso di darvi qualche suggerimento sui film comici da vedere: sono infatti convinta del potere della risata e mi auguro possa aiutarvi in un momento così delicato.

Vi lascio l’elenco dei miei film comici preferiti qui sotto, alcuni mi hanno fatto ridere per tutta la loro durata!

1. Come ti divento bella, il film comico da vedere per aumentare l’autostima

Questo è uno di quei film comici veramente divertenti, da vedere in famiglia. Renée ha 30 anni ed è di New York, lavora per un’azienda di cosmetici dal sottoscala di un appartamento in zona Chinatown.

Vorrebbe lavorare direttamente nella sede dell’azienda, nel centro di Manhattan, ma è insicura del suo aspetto fisico: si sente completamente inadeguata rispetto allo standard delle ragazze presenti negli uffici.

Durante uno dei suoi tentativi di dimagrimento in palestra cade a terra e improvvisamente il suo mondo, fatto di vergogna e insicurezza, sparisce!

Si vede bella ed è convinta il suo aspetto sia cambiato: da quel giorno inizia a vivere come mai fatto prima, libera di esprimersi e non ha alcun freno! Non vi anticipo altro perché dovete assolutamente vedere questo film comico americano!

Il messaggio che vuole comunicare questo film

Reneé siamo tutte noi, vittime inconsapevoli dello sguardo degli altri e del nostro, giudice supremo di ogni nostra insicurezza.

Gli altri provano a farci sentire diversi e spesso provano a deriderci utilizzando il nostro aspetto fisico come arma tagliente, un fenomeno che si chiama bodyshaming.

Sempre più diffuso e derivante da una necessità di continuo confronto con i modelli che ci vengono proposti da televisione e moda, porta inevitabilmente al rifiuto del proprio corpo e a un senso di insicurezza generale.

Ricordiamoci che tutti abbiamo qualche imperfezione e sono proprio queste a renderci uniche: non dobbiamo vergognarci per qualche chilo in più ma, casomai, lavorare su noi stesse per migliorarci!

Non fatelo per evitare il giudizio degli altri ma fatelo per voi, perché ne sentite la necessità. Come ti divento bella ce lo dice a chiare lettere, il cambiamento parte dal nostro modo di vederci!

Smettiamola di ascoltare chi ci deride e vuole per forza vedere in noi un difetto.

Diventiamo ambasciatrici della nostra bellezza e dei nostri difetti che la rendono tale.

La perfezione è estremamente noiosa oltre a non esistere, a meno che non decidiate di passare da un chirugo estetico!

2. Film comico con Ben Stiller: Ti presento i miei

Durante la visione di questo film ho riso quasi tutto il tempo: devo ammettere che Ben Stiller e Robert De Niro sono stati una combinazione vincente.

Greg è un infermiere che vive a Chicago e si è innamorato di Pam ( di lavoro una maestra d’asilo), tanto da farle la proposta di matrimonio: lei decide così di portarlo a conoscere i suoi genitori durante un weekend.

Il fine settimana non va come Greg pensava: viene ridicolizzato per il suo cognome Fotter e, nonostante cerchi di farsi apprezzare dal suo futuro suocero Jack, non riesce a raggiungere il risultato sperato.

Il weekend si sviluppa con una serie di eventi a dir poco esilaranti.

Uno dei miei preferiti è quando Greg si dimentica dell’avvertimento di jack di non tirare lo sciacquone di un water che non doveva usare, provocando la rottura del pozzo nero e l’allagamento del prato, che sarebbe stato utilizzato il giorno dopo per il matrimonio di Debbie, l’altra figlia di Jack.

Senza contare del suo incontro con Sfigatto, il gatto amatissimo da Jack che darà filo da torcere al povero Greg! Un film comico americano da vedere almeno una volta nella vita!

La pellicola ha avuto due sequel: mi presenti i tuoi nel 2004 e vi presento i nostri nel 2010. Vi invito a vederli per continuare la risata!

3. Quo Vado: uno dei film comici italiani che preferisco

È un film del 2016 che vede come protagonista Checco Zalone. È un ragazzo che vive in Puglia ed è felice della sua vita: vive con i genitori e non paga alcun affitto o bolletta che sia.

Col tempo è riuscito ad avere un incarico come dipendente statale ma, soprattutto, il posto fisso: è funzionario provinciale nell’ufficio di caccia e pesca.

Con la riforma che coinvolge la Pubblica Amministrazione, Checco si trova davanti alla scelta di rinunciare al posto fisso o di accettare un trasferimento lontano da casa, pur di conservarlo.

È la Dottoressa Sironi a mandarlo in giro per il mondo, nella speranza che Checco rinunci al suo posto fisso. Lui però si ambienterà sempre. Pensate che verrà trasferito persino in Norvegia, per proteggere i ricercatori di una base italiana da un eventuale attacco di orsi polari.

Voi sareste disposti a tutto pur di conservare il posto fisso? Io credo che nella vita reinventarsi sia la chiave per il successo e Checco, a modo suo, ci è riuscito. Non so però se avrei resistito in Norvegia, con temperature così rigide!

4. Altra perla italiana: Benvenuti al sud

È un film comico del 2010 con Claudio Bisio e Alessandro Siani. Il protagonista è Alberto Colombo, direttore di un ufficio postale in Brianza che, per riuscire a far contenta la moglie ( la bravissima Angela Finocchiaro) e trasferirsi a Milano, si finge paraplegico.

Il suo piano però viene scoperto e Alberto viene mandato a Castellabate, a dirigere un minuscolo ufficio postale. Nonostante le tante preoccupazioni prima della partenza, Alberto riesce ad ambientarsi e trova un’accoglienza di tutto rispetto.

I preconcetti iniziali scompaiono man mano che passa il tempo ma il pensiero di affrontare sua moglie e dirle che la vita al sud non è poi così male, lo porta a mettere in atto una vera e propria messinscena per far apparire terribile la vita in Campania.

Non vi svelo nulla in più anche perché Claudio Bisio è stato davvero bravissimo nell’interpretazione: uno dei film comici più belli da vedere, vi strapperà una risata!

Le differenze tra Nord e Sud ci sono ma è inutile avere troppi preconcetti su una realtà che non si conosce: le tradizioni, il calore e le contraddizioni del sud hanno conquistato anche un milanese come Alberto!

La mente è come un paracadute, funziona solo quando è aperta – A mind is like a parachute. It doesn’t work if it is not open.
(Albert Einstein)

— Albert Einstein

Non vi sto dicendo di vivere al sud, semplicemente vi consiglio di conoscere la cultura locale prima di decidere cosa sia giusto o sbagliato per voi. Viaggiare apre la mente e azzera i pregiudizi, cerchiamo di essere viaggiatori anche nella quotidianità!

5. Come un gatto in tangenziale, uno dei film comici italiani da vedere

Un film del 2017 diretto da Riccardo Milani, con la magnifica Paola Cortellesi e Antonio Albanese. Il film narra l‘incontro tra l’intellettuale Giovanni, che vive nel centro di Roma, e Monica, un’ex cassiera del supermercato che ogni giorno si trova ad affrontare la vita di periferia.

I loro figli si sono fidanzati e per questo Giovanni e Monica si sono conosciuti. Sono diversissimi tra loro ma con uno scopo comune: la storia tra i loro figli deve terminare quanto prima.

Per loro una storia tra due persone, appartenenti a due classi sociali una all’opposto dell’altra, non può durare che come un gatto in tangenziale. Sarà davvero così o conoscersi farà il miracolo?

Pur di farli lasciare, entreranno l’uno nella vita dell’altro e vivranno esperienze che mai avrebbero immaginato: Giovanni si troverà addirittura a dover passare una giornata al mare a Coccia di Morto, spiaggia caotica e mal frequentata. Come andrà a finire? Venite a scoprirlo!

6. Qualunquemente

Antonio Albanese veste il ruolo di Cetto La Qualunque, un uomo d’affari calabrese corrotto che, dopo la latitanza all’estero, torna in Italia nel piccolo paese di Marina di Sopra. Arriva con la sua nuova famiglia, una compagna giovane e bella e una figlia di cui non ricorda il nome.

Tornare significa anche incontrare la sua precedente moglie e suo figlio Melo. Cetto decide di complicarsi la vita, candidandosi a sindaco per “salvare” il suo paese e le sue proprietà, a rischio confisca.

Un vento di legalità sembra infatti soffiare su Marina di Sopra e Cetto ne è talmente terrorizzato da iniziare la sua avventura in politica. La sua idea è coinvolgere amici e parenti nominandoli nella giunta, e iniziare una campagna elettorale contro il rivale De Santis.

Come andrà secondo voi? Riuscirà Cetto ad essere eletto sindaco? Uno dei film comici italiani da vedere il prima possibile, risata garantita.

7. Johnny English, tra i migliori film comici da vedere

Il più imbranato agente segreto, incaricato di proteggere i gioielli della Corona inglese, dopo le voci di un probabile furto. Protagonista Rowan Atkinson, meglio conosciuto come Mr Bean. Ha per le mani un incarico delicatissimo, riuscirà ad esserne all’altezza?

Johnny English, viste le pessime doti da agente segreto, è sempre stato relegato in ufficio ma finalmente ha l’occasione di dimostrare tutto il suo potenziale, in una missione che sembra molto più complessa del previsto.

Il film è una parodia del più celebre James Bond e devo dire che la comicità di Atkinson risulta efficace anche nel ruolo di agente segreto. Un film comico che sicuramente consiglio, un’ interpretazione eccezionale che fa dell’attore un pilastro della comicità inglese. Sono usciti due sequel: Johnny English- La rinascita nel 2011 e nel 2018 Johnny English colpisce ancora. Non perdeteveli!

8. I love shopping

Avete presente quando incrociate due bei occhi che vi sorridono, e il cuore vi si scioglie come una noce di burro sul pane tostato caldo?? Io mi sento così quando vedo un negozio..!

Rebecca Bloomwood

Rebecca Bloomwood, detta Becky, è una ragazza ossessionata dallo shopping e dai marchi di moda. Per colpa delle sue continue spese, ha accumulato un debito di quasi 17.000 dollari.

Da bambina il suo più grande sogno era scrivere per la più famosa rivista di moda, Alette ma, per una serie di vicessitudini, si ritrova a lavorare per Far Fortuna risparmiando, una rivista economica che nulla ha a che vedere col suo stile di vita.

Le giornate di Becky si susseguono piene di successi ma Derek Smeath, l’esattore delle tasse, non le da tregua. Lei cerca sempre di evitarlo, coinvolgendo persino la sua amica Suze nel raccontare bugie per non farsi trovare.

La verità però verrà a galla e Rebecca vedrà allontanarsi le persone a cui tiene, tra cui il suo fidanzato Luke Brandon, capo- redattore della rivista Far Fortuna risparmiando, e la sua amica Suze, arrabbiata nell’aver scoperto Rebecca vendere l’abito che avrebbe dovuto indossare per esssere la sua damigella.

Per scoprire se Rebecca è riuscita a rimediare a tutti i suoi errori, non vi resta che vedere il film! Sottolineo che non sono io la spendacciona!

9. Il grande Lebowksi

Film diretto dai fratelli Coen, narra la storia di Jeffrey Lebowski, detto “Drugo” nella Los Angeles degli anni ’90. Drugo passa le giornate a fumare marijuana e a bere White Russian e ogni tanto si concede una partita di bowling con gli amici Walter e Donny.

Due scagnozzi del magnate del porno Jackie Treehorn, lo scambiano per un ricco miliardario per un caso di omonimia e lo aggrediscono, persino urinando sul suo tappeto di ingresso.

Drugo decide di far visita al milionario per chiedergli un risarcimento, visto che il suo tappeto è stato completamente rovinato a causa sua.

Una serie di eventi lo porteranno ad essere ingaggiato dal milionario, per consegnare il riscatto ai rapitori di sua moglie Bunny. La vicenda è alquanto intricata ma, se avete sufficiente pazienza, potrebbe essere uno di quei film che vi rimarrà impresso nella memoria.

10. Amici miei: il capolavoro italiano

È un film italiano del 1975 diretto dal grande Mario Monicelli, su progetto di Pietro Germi che morì l’anno prima: narra le vicende di cinque amici di Firenze che si divertono a combinare scherzi ai danni di qualche povero malcapitato. A seguire sono stati girati due sequel che meritano di essere visti.

E’ interessante notare che, nell’immaginario collettivo, siano diventati l’immagine del fiorentino burlone, nonostante nessuno di loro sia toscano:

  • Gastone Moschin ( l’architetto Melandri) è nato in provincia di Verona
  • Philippe Noiret ( Giorgio Perozzi ) è nato nella regione dell’ Alta Francia
  • Duilio del Prete ( il barista Necchi ) è nato a Cuneo e ha recitato nel primo film. È poi stato sostituito da un piemontese, Renzo Montagnani
  • Adolfo Celi ( il primario Sassaroli ) è nato a Messina
  • Ugo Tognazzi ( il Conte Raffaello Mascetti ) è nato a Cremona

Il mio personaggio preferito è il Conte Raffaello Mascetti, nobile non più tale che vive in uno scantinato con moglie e figlia. Poi c’è l‘architetto Melandri alla continua ricerca di una donna, Guido Necchi che gestisce un bar in cui la sala biliardo diventa luogo di incontro con gli amici di sempre, tra cui il capo redattore Perozzi.

Le zingarate

Tutto inizia con una delle ennesime zingarate a cui prendono parte tutti, un desiderio di fuga dalla grigia realtà e di scherzi a non finire.

Il gruppo vedrà l’arrivo di un nuovo membro, il primario dell’ospedale in cui finiscono ricoverati, Alfeo Sassaroli. La loro degenza è tutta una comica e il Melandri finisce addirittura per innamorarsi di Donatella, la moglie del primario.

La classe con cui viene girato questo film porta inevitabilmente a riflettere sul modo di portare l’umorismo in una pellicola, che forse non tornerà mai come era una volta.

Una raffinatezza di base che si evince anche dall’atteggiamento del Conte Mascetti, che è costretto a vendere enciclopedie dopo aver sperperato le sue ricchezze ai danni di moglie e figlia ma che non si arrende, accettando l’aiuto dei suoi amici, purché non in forma di elemosina.

Questi sono i miei consigli sui film comici da vedere, non vergognatevi se sentite il bisogno di ridere nonostante il periodo, siamo umani.

Se vi è piaciuto questo articolo, potete salvarlo su Pinterest!

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rebecca Depietri

Sono Becky, sempre pronta a partire nei weekend! Sono alla ricerca costante dell'insolito durante il viaggio e amo perdermi! Sono una sostenitrice del concetto che, la mappa, non sia sempre un "salvavita"! Sono una inguaribile romantica e sognatrice e cerco di vedere le sfumature in ogni cosa!

Iscriviti alla mia newsletter

Collaboro con

Civitas

Trova la tua escursione in italiano nel mondo

Freedome

Prova le più belle attività outdoor in Italia

Faccio parte di

Badge migliori blogger Travel365

Sono presente su

Follow