Come scrivere la bio di instagram? Le mie idee per voi!

Essere presenti su instagram senza avere una bio efficace non permetterà ai vostri futuri follower di capire chi siete, cosa fate e quale utilità potrete avere per loro. Per questo ho deciso di scrivere un articolo su come scrivere la perfetta bio di instagram. Sono certa che, dopo averlo letto, avrete subito le idee più chiare.

La biografia di instagram, a quali domande deve rispondere?

Quando cercate un profilo su instagram, sono pochi i secondi che utilizzate per decidere se seguirlo o meno. Dovete immaginare che la stessa cosa si ripeterà nei vostri confronti.

Oltre all’estetica legata al feed, di cui ho parlato in questo articolo, sarà la biografia a raccontare il vostro progetto. Le domande a cui deve rispondere sono essenzialmente tre:

  • Chi siete
  • Cosa fate
  • Perché le persone devono seguirvi

Sembrano tre domande molto semplici a cui fornire una risposta ma, per farlo in modo efficace in 150 caratteri, è richiesta una buona dose di creatività e, non ultimo, il dono della sintesi.

I font per la bio di instagram, perché non usarli

Se c’è una cosa che dovete dimenticare, sono i font speciali. Sono belli, sono diversi dagli altri ma alcuni telefoni non sono in grado di leggerli. Vero è che l’estetica vuole la sua parte ma comunicare un messaggio senza che alcuni possano leggerlo, è un controsenso da evitare.

Concentratevi sul contenuto e riuscirete ad emergere a prescindere dall’uso dei caratteri speciali. A volte distinguersi non porta al risultato sperato, come in questo caso.

Chi siamo e cosa facciamo, come inserirli nella bio di instagram?

Come vi ho detto nei paragrafi precedenti, dovete presentarvi in soli 150 caratteri. La prima cosa da aver chiaro è il tipo di contenuto di cui volete parlare e il tone of voice. Tutto questo non può prescindere da una analisi approfondita del target di riferimento e della nicchia di vostro interesse.

Potete inserire una presentazione generale nella prima riga della bio per poi entrare nello specifico, nelle righe successive.

Analisi della bio di Serena

Gli unici due elementi ricercabili su instagram sono il vostro nickname e il nome utente. Se avete un profilo travel, provate a sfruttare le parole chiave in tema e inseritele a lato del vostro nome. Un nickname che richiama il viaggio sarà ancora più in linea e risulterà efficace.

idee instagram bio

Nel caso di Serena, non avendo per il momento un blog di viaggio, la scelta ricade su Travel addicted e il nickname Nonmirestachepartire evoca immediatamente il concetto di viaggio. Una delle sue passioni più grandi, oltre al viaggio, è la danza e nella prima riga unisce i suoi due interessi per poi approfondire nelle successive.

Abitando in Toscana, una parte dei suoi post sono dedicati a questa bellissima regione e, rivolgersi al lettore, da una marcia in più alla sua comunicazione. Saper coinvolgere i vostri futuri follower è uno dei concetti chiave da tenere in considerazione, non dimenticatevelo mai!

Analisi della bio di Marta

Cercate di comunicare nel linguaggio delle persone che vi seguono, utilizzate parole e frasi di impatto senza promettere ciò che poi non riuscirete a realizzare.

come scrivere una bio di instagram

Marta sceglie come nickname marta_unavaligiadisogni. Chi di noi non sogna mete nuove ogni giorno alzi la mano! Il nickname è uno dei due elementi ricercabili su instagram e, averlo a tema viaggio, può essere un ottimo modo per essere trovati.

Accanto al nome è inserito Travel girl, per lo stesso motivo di Serena. Marta ama la moda e cerca sempre di abbinare il suo abbigliamento ai posti che visita, motivo per il quale ‘ giro il mondo con vestiti svolazzanti ‘ è un ottimo biglietto da visita.

Utilizzare termini specifici conosciuti dal grande pubblico è efficace, chi di noi non è alla ricerca di spot instagrammabili per una foto a prova di feed? Nella seconda riga si rivolge all’utente in modo diretto, elemento imprescindibile in una bio di instagram.

Come scrivere una bio di instagram? Evitando l’utilizzo di troppe emoji

Uno degli errori più comuni è rappresentato dall’eccessivo utilizzo delle emoji in bio. Questa tendenza rende il profilo poco professionale e genera una comunicazione confusa, non ideale se si vuole avere qualche possibilità di collaborazione.

Quali scegliere? Non c’è una risposta unica, dipende dal contenuto della bio: cercate di utilizzarne poche e in linea con le frasi che andrete a scrivere. Marta parla di spot instagrammabili e sceglie la macchina fotografica, Serena gira il mondo a passo di danza e predilige le scarpe da ballerina. Queste sono scelte consapevoli ed efficaci, in linea con il contenuto e la comunicazione.

Analisi della mia biografia

Quando ho iniziato a condividere contenuti su instagram, mai avrei pensato che sarei finita ad analizzare la mia stessa biografia! Scherzi a parte, anche io l’ho cambiata di recente.

idee instagram bio

Se vi state domandando come scrivere una bio di instagram, continuate a leggere l’articolo per riuscire finalmente ad ottimizzare la vostra. Il nickname da me scelto non sarà trovato da nessuno che cerca termini a tema travel ma, all’epoca, non avevo conoscenze a tema digital. Il nome scelto deriva da quanto adoro perdermi tra i vicoli di un borgo o di una città, evitando l’utilizzo di una mappa e dal desiderio di non programmare qualsiasi cosa debba avvenire nella mia giornata.

Spazio all’improvvisazione! Se poi ci mettiamo anche il mio soprannome, Becky per l’appunto, potrete facilmente comprendere il senso del nickname.

Come scrivere una bio di instagram quando i temi da sviluppare sono diversi tra loro?

Sono Digital Coach e anche Travel Blogger e ho solo 150 caratteri per spiegare il mio progetto e di cosa mi occupo. La creatività è nelle mie corde ma la sintesi no. Come fare?

Semplice, armarsi di santa pazienza e passare una serata a trovare idee per la propria biografia. Come prima cosa ho deciso di inserire Travel & Digital per far capire immediatamente quali sono gli argomenti di cui parlerò nel mio profilo.

Volevo poi trovare una frase che andasse dritta al punto ma con un pizzico di creatività per presentarmi nella prima riga. Viaggiatrice innamorata del Digital mi sembrava l’ideale. Il mio blog si sviluppa in due direzioni, che corrono parallele l’una all’altra: crescita sui social e Seo e viaggi in Italia.

Non potevo non dedicare una frase al viaggiare in Italia e, per farlo, ho deciso di inserire l’espressione Ti racconto la mia Italia, rivolgendomi direttamente all’utente. Utilizzare il termine mia rende l’idea di quanto io ami la mia terra e voglia farla scoprire a chi mi segue.

Consulenze Digital e Seo è stato inserito perché nella vita mi occupo di questo. In ultimo, noterete la call to action finale.

Consigli per una call to action accattivante

La Call to action è un invito all’azione e qui bisogna cercare di essere il più accattivanti possibili, nel mio caso per portare traffico al blog. Scrivere una frase tipo “Il mio blog” con a fianco l’icona della mano che punta in basso, non avrebbe portato a nessun risultato.

A nessuno interessa leggere una call to action di questo tipo, risulta piatta e non avrebbe mai dato alcun valore al mio progetto. L’ ideale è coinvolgere l’utente, con un invito ad aprire il link. Ricordatevi che siamo noi a dover “spingere” in modo non troppo evidente l’utente a una determinata azione.

Non avrei mai potuto scrivere “leggi il mio blog” o frasi di questo tipo, molto meglio una espressione tipo “Che ne dici di scoprire la tua prossima meta? ” Le persone che desiderano viaggiare in Italia saranno subito incuriosite e vorranno saperne di più.

Quale immagine profilo utilizzare?

Ultima ma non per importanza l’immagine del profilo. Se non siete un’azienda, non inserite mai il logo come immagine: voi siete un Personal Brand e come tale dovete mostrare la vostra immagine.

La foto profilo deve essere di buona qualità, in tema con i contenuti di cui andrete a parlare nel vostro feed e, soprattutto, permettere di identificarvi facilmente. Vietate le immagini di solo paesaggio o di un tramonto in riva al mare senza che siate presenti anche voi.

Siate coerenti come prima cosa!

Spero questo articolo vi sia utile per sapere come scrivere la perfetta bio di instagram. Per altri articoli a tema Digital, vi lascio il collegamento alla mia rubrica. Per partecipare alla mia iniziativa social, lasciate un commento sotto a questo post, per ricevere la mia opinione.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rebecca Depietri

Sono Becky, sempre pronta a partire nei weekend! Sono alla ricerca costante dell'insolito durante il viaggio e amo perdermi! Sono una sostenitrice del concetto che, la mappa, non sia sempre un "salvavita"! Sono una inguaribile romantica e sognatrice e cerco di vedere le sfumature in ogni cosa!

Iscriviti alla mia newsletter

Collaboro con

Civitas

Trova la tua escursione in italiano nel mondo

Freedome

Prova le più belle attività outdoor in Italia

Faccio parte di

Badge migliori blogger Travel365

Sono presente su

Follow